Sesta copertina – Autunno 1986

inglese-2Fu verso l’autunno.
Quando l’energia immagazzinata nelle vacanze estive iniziava a scemare e si arrivava stravolti di tensione  e stanchezza ai  fine settimana.
Quando faticavamo a recuperare tempo per noi, ad improvvisare una gita fuori città, a passare una serata passeggiando a chiacchierare.
Fu dunque verso l’autunno che una sera, arrivò con un pacchetto.
Un regalo.
Non c’era un motivo preciso, una ricorrenza o un anniversario, forse voleva solo vedere che faccia avrei fatto, forse voleva aggiungere un segno bello ai tanti che ci stavamo scambiando, un codice ai tanti che stavamo iniziando a interpretare. Così mi consegnò il libro incartato.
Doveva esserle costato ricerche e telefonate, (siamo nel 1986, la rete, il web, le vendite on line, il Prime di Amazon non c’erano) doveva aver cercato nelle poche librerie che avevano un settore di libri in lingua.
Strappai la carta, faccio sempre così, con avidità.
La copia in inglese!
Lessi subito il “mio” incipit, che ormai sapevo a memoria
Many years later, as he faced the firing squad, Colonel Aureliano Buendia was to remember that distant afternoon when his father took him to discover ice…
La collezione stava crescendo. Dopo la versione italiana, la spagnola, la francese, la tedesca, la greca e quella con il cd arrivata dall’argentina ora avevo in mano l’edizione in inglese.
Le misi tutte sul tavolo e iniziammo a sfogliarle ad una ad una cercando di confrontare copertine, caratteri, edizioni. Poi leggemmo parole sparse, pronunciandone ad alta voce la traduzione
Prima la spagnola e poi seguito le altre, con difficoltà l’edizione greca che non eravamo in grado di leggere correntemente.
Quindi cercai una pagina precisa.  Iniziai ad alta voce a leggere :
El coronel Aureliano Buendia promoviò treinta y dos levamientos armados y los perdiò todos”
Le feci cenno di continuare dallo stesso punto, ma sull’edizione inglese.
He has seventeen male children by seventeen different women and they were exterminated one after the other on a single night before the oldest one had reached the age of thirty-five.
Quindi ripresi io. Stavolta con l’edizione tedesca:
Er entkam vierzehn Atentaten, dreiundsiebzig Hinterhalten und einem Erschiessungskommando.”
Lei mi aveva seguito e aveva aperto la copia in francese e continuò:
Il survévut à une dose massive de strychnine versée dans son café et qui eùt suffi à tuer un cheval.
La interruppi e continuai io:
Respinse l’Ordine del Merito che gli conferì il presidente della repubblica. Giunse a essere comandante generale delle forze rivoluzionarie, con giurisdizione e comando da una frontiera all’altra, e fu l’uomo più temuto dal governo,…” chiudemmo all’unisono“….ma non permise mai che lo fotografassero.”.
english-3
Il Gioco continuò con altre pagine. Ripetemmo il confronto con altri passi che ricordavamo del libro. Le scene dell’arrivo degli zingari di Melquiadés, la salita al cielo di Remedios la bella, o la descrizione sboccata della strada dei Turchi.
Le parole che non conoscevamo in una lingua venivano supportate in un’altra. Addirittura il tedesco e il greco che erano per noi sorprese continue, per lo più impronunciabili, svelavano recondite illuminazioni e assonanze familiari. Scoprimmo quanto fosse facile, più di quanto potessimo immaginare, confrontare lingue diverse. Ci perdevamo a spulciare le varie edizioni andando a cercare parole di cui non conoscevamo la traduzione, come stessimo consultando un dizionario multilingue.

Chiudemmo i libri. Li riponemmo sullo scaffale che avevamo dedicato alle prime copie di quella che volevamo diventasse una collezione.
Dalla costa di ogni copertina emergeva sempre dalla stessa parola.
Einsamkeit, Soledad, Solitude, Solitude,  Monaskia, Solitudine!
Mi strinse la mano.
La guardai negli occhi, belli.
Noi non eravamo più soli…

***

“In due si può lottare come dei giganti
contro ogni dolore”
– En e Xanax – S.Bersani

***
ONE HUNDRED YEARS OF SOLITUDE – GABRIEL GARCIA MARQUEZ -PICADOR PAN BOOKS

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...