Cent’anni di Solitudine – Anniversario

20161226_172043a
Nel 1967 usciva “Cent’anni di Solitudine“.
Per me è stato un libro di formazione. Un rifugio, una miniera. Una scoperta, una preghiera.
Sono passati 50 anni da quando è uscito e il 2017 sarà un anno di celebrazione.
Io porgo il mio modesto omaggio a un libro e ad un autore che mi hanno dato tanto, pubblicando ogni settimana una foto delle copertine delle copie che negli anni ho collezionato in lingue ed edizioni diverse. E’ una collezione che si è arricchita con i regali di amici indulgenti che hanno condiviso e assecondato la mia passione portandomi, reduci dai loro viaggi, una copia del libro e anche un po’ della loro amicizia.

L’idea di aprire questa pagina su Facebook ed integrarne le potenzialità sul mio blog personale, nasce dalla cadenza dell’anniversario di “Cent’anni di Solitudine” con le conseguenti opportunità di raccontare vicende legate al libro che ho, da sempre, preferito.
Ogni lunedì è mia intenzione pubblicare una delle 51 diverse copertine che ho collezionato partendo nel 1978 e continuando, prima da solo, poi aiutato dagli amici che, dimostrandomi la loro attenzione anche lontano da casa, hanno pensato a me e me ne hanno regalato una copia, acquistandola durante i loro periodi di vacanza.
Sempre sulla pagina Facebook sarà possibile, se l’idea piacerà, intervenire allegando contributi personali a solo titolo letterario.
Su “Cent’anni di Solitudine” sono state scritte milioni di pagine per fortuna, ma non è mia intenzione aggiungere ulteriori punti critici o splendidi contributi intellettuali. Piuttosto collegare isolati cultori di bellezza accomunati dal fascino subìto con la lettura del capolavoro di Garcia Marquez.
Per questo conto sul contributo di altri blogger e di alcuni degli amici che hanno arricchito la mia collezione di copie e sui loro racconti.
Inizio questa avventura così come Aureliano Buendia iniziava una delle sue battaglie. Non ne vinse mai nessuna! Ma non lo sapeva quando iniziò!
Una curiosità però mi piacerebbe  riuscire a soddisfarla, scoprire se in un epoca di asettiche relazioni virtuali e digitali, la conturbante e sanguigna materialità descritta da Gabriel Garcia Marquez  suscita, smuove,commuove…insomma se una generazione che ha vissuto cent’anni di solitudine ha una seconda possibilità sulla terra.

Chiudo ringraziando le due persone che hanno sorretto con maggior entusiasmo questa idea.
La prima è Cristiano. Adesso, proprio mentre scrivo è a Macondo…e non per caso!
La seconda è Marco. Di secondo nome fa Aureliano…e non per caso!

Questo è il link per la Prima copertina
Questo è il link per la Seconda copertina  – Edizione Spagnola
Questo è il link per la Terza Copertina – Edizione Tedesca
Questo è il link per la Quarta copertina – Creta  1986 – Edizione Greca
Questo è il link per la  Quinta Copertina – Argentina
Questo è il link per la Sesta Copertina – New Orleans
Questo è il link per  Il racconto – Foto di gruppo
Questo è il link per la  Settima copertina – Un libro dl Portogallo
Questo è il link per l’Ottava copertina – Far West
Questo è il link per la Nona copertina

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...